» 
Arabic Bulgarian Chinese Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Finnish French German Greek Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Italian Japanese Korean Latvian Lithuanian Malagasy Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swedish Thai Turkish Vietnamese
Arabic Bulgarian Chinese Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Finnish French German Greek Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Italian Japanese Korean Latvian Lithuanian Malagasy Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swedish Thai Turkish Vietnamese

definition - Notaio

definition of Wikipedia

   Advertizing ▼

synonyms - Notaio

notaio (n.m.)

tabellione

see also - Notaio

notaio (n.)

notarile

   Advertizing ▼

phrases

analogical dictionary



notaio (s.)


Wikipedia

Notaio

                   
bussola Disambiguazione – Questa pagina tratta solo la figura del notaio latino, detto anche "notaio di Civil law". Se stai cercando la figura esistente nei paesi di Common law, vedi Notary Public.
  Ritratto del XVI secolo raffigurante un notaro, dipinto dal pittore fiammingo Quentin Massys
 
Un ufficio notarile a Vigo, Spagna.

Il notaio, o nella antica dizione tuttora talvolta usata, notaro (dal latino "notare" ossia "annotare, prender nota"), è un libero professionista esercente una funzione pubblica o, in qualche ordinamento, un pubblico funzionario al quale è affidata la funzione di garantire la validità dei contratti e, più in generale, dei negozi giuridici, attribuendo pubblica fede agli atti e sottoscrizioni apposte alla sua presenza. L'atto notarile, ossia il documento redatto dal notaio con le prescritte formalità, garantisce la legittimità del negozio giuridico che contiene ed ha il valore probatorio dell'atto pubblico (art. 2700 codice civile: l'atto pubblico fa piena prova, fino a Querela di falso, della provenienza del documento dal pubblico ufficiale che lo ha formato, nonché delle dichiarazioni delle parti e degli altri fatti che il pubblico ufficiale attesta avvenuti in sua presenza o da lui compiuti).

Tale definizione si riferisce più propriamente al cosiddetto notaio latino, presente nella grande maggioranza dei paesi di civil law, con la notevole eccezione dei paesi nordeuropei. Nei paesi di common Law le funzioni del notaio latino sono generalmente svolte da un avvocato. In questi paesi non esistono documenti dotati di pubblica fede, giacché tutti i documenti fanno fede fino a sentenza contraria. È comunque prevista la figura del notary public[1] che, a differenza del notaio latino, ha solo il compito di autenticare le firme[2].

Indice

  Storia

Il notaio, con le funzioni a lui attribuite oggi, nasce nell'Italia Longobarda[3][4] e nella Francia Merovingia. Esso riprende il nome del notarius, una figura che risale al periodo della Repubblica romana ma che disponeva di funzioni completamente differenti: il notarius infatti indicava lo schiavo che aveva il compito di scrivere velocemente note, spesso mediante abbreviature[5]. Durante il periodo della decadenza dell'Impero romano i notarii erano i segretari dell'Imperatore e dei governatori delle province. Sempre nel tardo impero, più vicino alla figura del notaio odierno era il tabellio, il quale effettivamente aveva le funzioni di redigere scritture private, pur senza essere investito di funzione pubblica. Si deve infine citare anche il libripens, che invece era a tutti gli effetti un funzionario pubblico.[5]

Dopo l'VIII secolo e con Carlo Magno gli strumenti dei notai acquistano la stessa forza ed i medesimi effetti di una sentenza passata in giudicato"[6].

Anche durante il Medioevo, il notariato ha avuto il suo sviluppo incentrato a dare certezza nei rapporti giuridici.

Fino al XVIII secolo, tuttavia, la parola "notaio" continuò a designare figure diverse: l'assistente del sovrano o del Papa, il cancelliere di tribunale, il professionista che assiste i privati ricevendone le scritture. Quest'ultimo significato divenne poi quello definitivo[7].

L'organizzazione del notariato moderno, nei paesi dove vige il cosiddetto notariato latino, risale sostanzialmente alla Rivoluzione francese (decreto del 29 settembre 1791)[8].

L'ordinamento francese fu ricalcato, nel Regno d'Italia, dalla legge del 25 ventoso anno XI (16 marzo 1803), che improntò a sé anche le successive leggi emanate nei vari Stati italiani dopo la Restaurazione; avvenuta l'unificazione, il notariato fu regolato in Italia dal R.D. 25 maggio 1879, n. 4900, poi sostituito dalla legge 16 febbraio 1913, n. 89, tuttora in vigore[9].

  Figure notarili o corrispondenti nel mondo

  Mappa degli stati che hanno aderito all'UINL, Unione Internazionale del Notariato Latino. In chiaro gli stati aderenti, dove quindi esiste la figura del notaio latino; in scuro, gli stati non aderenti, dove la figura del notaio latino non esiste.

La figura del notaio di tipo latino esiste in 76[10] paesi su 192[11], ossia quelli di diritto latino e assimilati. Le condizioni e le normative riguardanti il notariato variano da paese a paese.

  America

  America Settentrionale

Negli Stati Uniti d'America e in Canada la figura del notaio di tipo latino non esiste. Tuttavia in alcuni singoli stati (come ad esempio Florida, Louisiana, Québec o altri) questa figura è prevista o è stata recentemente introdotta.

  America Meridionale

La figura del notaio di tipo latino esiste in Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Repubblica Dominicana, El Salvador, Ecuador, Guatemala, Haiti, Honduras, Messico, Nicaragua, Panamá, Paraguay, Peru, Porto Rico, Uruguay e Venezuela, tutti paesi il cui sistema giuridico è derivato da quello di Spagna e Portogallo.

  Asia

La figura del notaio di tipo latino esiste in 3 paesi su 52: Cina, Giappone e Indonesia.

  Europa

La figura del notaio latino in Europa esiste in 33 paesi su 50.

Dei 27 paesi che aderiscono all’Unione Europea, la figura del notaio latino esiste in 21 paesi, e precisamente: Italia, Spagna, Austria, Francia, Germania, Grecia, Belgio, Estonia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Bulgaria, Romania, Slovacchia, Slovenia e Ungheria.

La figura del notaio latino al contrario non esiste in 6 dei 27 paesi che aderiscono all’Unione Europea, e precisamente: Cipro, Danimarca, Finlandia, Irlanda, Regno Unito e Svezia.

La figura del notaio di tipo latino esiste inoltre in Albania, Andorra, Armenia, Città del Vaticano, Croazia, Moldavia, Monaco, Russia, San Marino, Svizzera e Turchia. A San Marino, però, esiste l'unica professione di avvocato e notaio.

  Austria

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Notaio (Austria).

Il notaio in Austria è un pubblico ufficiale, nominato dal ministro della Giustizia; i requisiti per la nomina sono la laurea in giurisprudenza, l'espletamento di un periodo di pratica, dapprima presso il Tribunale e poi presso uno studio notarile (in qualità di candidato notaio o di sostituto notaio), ed infine il superamento di un apposito concorso. Il notaio può esercitare in tutto il territorio della nazione, senza limitazioni di competenza territoriale, tranne quando presta la propria opera nel procedimento successorio di cui si dirà in seguito.

Fra le competenze esclusive del notaio rientra la stesura di atti notarili, di certificazioni legali e di verbali notarili. L'atto notarile è obbligatorio per la costituzione e le modifiche di società di capitali. Il notaio può inoltre rappresentare le parti nei processi amministrativi e nei procedimenti giudiziali non contenziosi; può anche assumere il ruolo di arbitro e di conciliatore (extragiudiziale), e, nei procedimenti di esecuzione immobiliare, può essere incaricato dal Tribunale di seguire le procedure di vendita giudiziale di beni immobili, organizzando e dirigendo l'asta. Inoltre, quando si apre una successione mortis causa, per la legge austriaca nel procedimento giudiziale obbligatorio interviene un notaio, che opera come incaricato del tribunale nel compiere i necessari atti d'ufficio.

In caso di trasferimento immobiliare, l'intervento del notaio non è necessario, anche se egli può autenticare le firme di un'eventuale scrittura privata e agire da fiduciario per il prezzo d'acquisto nel tempo che intercorre tra la vendita e l'avvenuta intavolazione.

  Italia

Nel diritto italiano, secondo quanto recita l'art. 1 della legge 16 febbraio 1913, n. 89 (cosiddetta "legge notarile"), I notari sono ufficiali pubblici istituiti per ricevere gli atti tra vivi e di ultima volontà, attribuire loro pubblica fede, conservarne il deposito, rilasciarne le copie, i certificati e gli estratti.

Per la sua funzione di pubblica utilità, il notariato non è configurabile come mera attività di impresa, ed è soggetto alla disciplina antitrust e ai principi di libera concorrenza secondo un regime specifico. L'esistenza di un albo professionale e di un tariffario di riferimento non è sanzionabile come una forma di cartello.

In particolare le funzioni del notaio Italiano sono anche quelle di liquidare e riscuotere le imposte per conto dello Stato relativamente agli atti pubblici ricevuti[12]. Il notaio italiano deve inoltre effettuare i controlli ipotecari e catastali, effettuare tutti gli adempimenti nei vari uffici pubblici quali ad esempio la registrazione dell'atto presso l'Agenzia delle Entrate, la trascrizione presso la Agenzia del Territorio, la voltura presso il Catasto, le annotazioni presso il Registro dello Stato Civile, le iscrizioni al Registro delle Imprese[12].

  Accesso

Si diventa notaio col superamento di un concorso nazionale articolato su tre prove scritte ed una prova orale. Il concorso è gestito direttamente dal Ministero della Giustizia e non dal Notariato. Il concorso è nazionale e si svolge a Roma. La prova di preselezione informatica per l'ammissione al concorso è stata soppressa dall'art. 66 della Legge 18 giugno 2009, n. 69 (in G.U. n. 140 del 19 giugno 2009, Supplemento Ordinario n. 95).

L'esame scritto consta ora di tre distinte prove teoriche-pratiche, riguardanti un atto di ultima volontà e due atti tra vivi, di cui uno di diritto commerciale.

La normativa prevede un concorso all'anno, ma la particolare lunghezza delle correzioni non ha mai consentito di rispettare detto termine: si tiene nella pratica un concorso ogni 18/24 mesi. Il numero dei notai sul territorio nazionale è stabilito in una tabella che contiene l'elenco dei Comuni sedi di notaio: questa tabella viene rivista dal Ministero della Giustizia ogni 7 anni.

Chi intende accedere alla professione deve essere laureato in giurisprudenza e deve effettuare un periodo di praticantato presso un notaio in esercizio; tale periodo di pratica è oggi stato ridotto a 18 mesi e può essere iniziato per un periodo massimo di 6 mesi durante l'ultimo anno di università, cioè quando mancano 60 crediti alla laurea (crediti della tesi compresi). Esistono poi numerose scuole, alcune delle quali vengono gestite direttamente dai consigli notarili[13]. Il costo delle scuole notarili è di circa 750 euro, con punte di 2.000 euro in alcune scuole private. Diverse scuole tuttavia offrono borse di studio.

Il numero dei notai è fissato e programmato dal Ministero della Giustizia[14]. I notai in esercizio sono 4.554[15] (dati giugno 2010). La commissione esaminatrice, nominata con decreto del Ministro della Giustizia, è composta di sei magistrati, tre professori ordinari e sei notai; questi ultimi sono scelti da un elenco compilato dal Consiglio Nazionale del Notariato.

  Funzioni

L'atto rogato è un atto pubblico, in quanto il notaio, apponendovi la sua sottoscrizione e l'impronta del suo sigillo, gli attribuisce pubblica fede; ciò che il notaio attesta nel rogito (ad esempio che ha dato lettura dell'atto alle parti, o che una persona ha fatto qualcosa ovvero ha sottoscritto una dichiarazione dinanzi a lui, o ancora che il notaio sia certo dell'identità personale delle parti) fa piena prova, cioè deve essere considerato vero, anche dal giudice, salvo che sia accertato giudizialmente il reato di falso.

Il notaio è in pratica colui che, per conto dello Stato, non solo ha la funzione di accertare l'identità delle parti e attribuire pubblica fede a quanto stipulato avanti a lui ma altresì di compiere un vero e proprio controllo di legittimità degli atti e curarne tutti i successivi adempimenti, tra cui la corretta registrazione e trascrizione nei pubblici registri. Inoltre, il notaio è delegato anche alla riscossione di certe imposte relative ad alcuni tipi di atti rogati. L'atto pubblico è anche detto rogito ed è propriamente "atto di notaio" in quanto non si tratta di un semplice atto sottoscritto dalle parti dinanzi al notaio, bensì di un atto che è stato redatto dal notaio riducendo nella forma giuridica più appropriata la volontà delle parti; pertanto l'atto si perfeziona solo con la firma del notaio. Peraltro anche nelle scritture private autenticate, il notaio non si limita ad accertare che le parti abbiano sottoscritto in sua presenza, ma effettua il medesimo controllo di legittimità e, anche se non vi è sempre tenuto, cura ugualmente tutti gli adempimenti successivi. Di regola, infatti, è la stessa legge che impone al notaio di curare questi adempimenti (questo accade ad esempio per la registrazione e la trascrizione dell'atto[16]); ciò anche al fine di scongiurare il rischio di una possibile evasione fiscale da parte dei soggetti che partecipano all'atto.

  Doveri e deontologia professionali

Il notaio è tenuto al rigoroso controllo della regolarità formale degli atti ed alla verifica dell'insussistenza di condizioni palesi di vizio che renderebbero la scrittura inefficace, nulla o annullabile. Circa il controllo di diritto sostanziale, vi sono interpretazioni divergenti, sia all'interno che all'esterno della categoria professionale. La legge notarile, del resto, sostiene che Spetta al notaro soltanto d'indagare la volontà delle parti e dirigere personalmente la compilazione integrale dell'atto (art. 47), e più volte la Corte di Cassazione si è pronunziata nel senso di indicare un dovere professionale limitato alla sola indagine sull'effettiva volontà delle parti di contrarre e sulla corrispondenza dell'atto a tale volontà, per come manifestata, esimendo il notaio da responsabilità in ordine all'accertamento delle motivazioni rispettivamente conducenti alla stipula.

Altri ritengono però che la deontologia professionale richiederebbe che il notaio, prestando attenzione alle condizioni culturali ed intellettive dei contraenti, si accerti della loro effettiva e concreta comprensione del reale contenuto degli atti che sottoscrivono e della portata delle obbligazioni che assumono.

Non è quindi impropria l'eventuale proposizione di forme o modalità dell'atto differenti da quelle originariamente previste, per meglio rispondere sia alle aspettative delle parti, sia all'esigenza di precisione ed appropriatezza giuridica generale; non è invece consentito al notaio di debordare su argomenti relativi al carattere economico dell'atto, poiché in tale evenienza si configurerebbe un'attività di mediazione, anche se estemporanea od occasionale, la cui competenza esclusiva è appunto dei mediatori ed è ulteriormente esclusa per incompatibilità dall'art. 2 della legge notarile.

  Competenze

Le tipologie di atti per i quali la legge dispone la competenza esclusiva del notaio (nel senso che egli solo possa rogarli e non anche altri pubblici ufficiali) non sono numerose. I casi più rilevanti sono il testamento pubblico (art. 603 cod. civ.), il testamento segreto (art. 604 cod. civ.) e il verbale di pubblicazione del testamento olografo (art. 620 cod. civ.)[17]. L'art. 1350 del codice civile elenca gli atti che obbligatoriamente "devono farsi per atto pubblico o per scrittura privata, sotto pena di nullità", e l'art. 2643 cod. civ. elenca gli atti che "si devono rendere pubblici col mezzo della trascrizione". Una serie di norme speciali dettano la competenza del notaio per gli atti soggetti a pubblicità presso i pubblici registri, come in materia di trascrizione alla Conservatoria dei Registri Immobiliari[18] e di iscrizione presso il Registro delle imprese[19]. L'assistenza del notaio inoltre risulta di fatto indispensabile (pur non essendo prescritta in via esclusiva dalla legge) in molti casi non ordinari, ad esempio per la verbalizzazione di fatti specifici osservati nel loro accadere, e per altre simili fattispecie per le quali le pubbliche amministrazioni non offrono al cittadino idonei servizi pubblici (non offrendo cioè la disponibilità di pubblici ufficiali per simili esigenze).

  Attività di consulenza

Nel tempo, i notai italiani hanno sviluppato un'accessoria attività di consulenza prestata, ad esempio, per la redazione di scritture private non autenticate, come il contratto preliminare di compravendita (compromesso) o il testamento. Tali consulenze sono propriamente prestate in ordine agli aspetti giuridici degli atti da stipulare (pareri pro veritate).

  Notariato informatico

A partire dal 2002 la quasi totalità degli atti notarili italiani è trasmessa al Catasto ed al Registro delle Imprese in via telematica, avvalendosi della firma digitale.

I notai italiani si sono all'uopo dotati di una rete telematica dedicata (Rete Unitaria del Notariato, in acronimo RUN) e di un'apposita Autorità di certificazione. I documenti digitalmente sottoscritti sono circa tre milioni ogni anno, il che rende quello italiano, con ampio margine, il più importante sistema di documentazione notarile elettronica a livello mondiale[senza fonte].

Nel 2005 il notariato italiano ha presentato in via sperimentale il primo sistema al mondo[senza fonte] di circolazione internazionale di atti notarili in forma digitale.

  Note

  1. ^ National Notary Association, What Is a Notary?, http://www.nationalnotary.org/howto/index.cfm?text=whatIsNotary
  2. ^ Lodovico Genghini, "Manuali notarili" vol.I: "La forma degli atti notarili", Cedam, Padova 2009, p. 2 (al termine della nota 1).
  3. ^ (EN) Joseph P. Byrne, "Notaries", in Medieval Italy: An Encyclopedia, vol. 2: L-Z, Christopher Kleinhenz, ed. (London: Routledge, 2003), 780.
  4. ^ Il notariato veronese attraverso i secoli. Catalogo della mostra in Castelvecchio, Verona, Collegio notarile di Verona, 1966, pp. XIX-XXIX
  5. ^ a b Bizzarrie Notarili, M.E. Vesci - Prometeo 1992
  6. ^ Marcello di Fabio, Manuale di notariato, Giuffré, Milano 1981, pp. 3-4.
  7. ^ Marcello Di Fabio, op. cit., p. 5.
  8. ^ Marcello Di Fabio, op. cit., p. 7.
  9. ^ Marcello Di Fabio, op. cit., pp. 7-8.
  10. ^ Il Notaio nel Mondo, da Notariato.it
  11. ^ In seguito alle recenti adesioni di alcuni paesi importanti (Cina, Giappone, Russia, ecc.) si calcola che circa il 56% della popolazione mondiale viva in paesi in cui è prevista la figura del notaio latino
  12. ^ a b Lodovico Genghini, "Manuali notarili" vol.I: "La forma degli atti notarili", Cedam, Padova 2009, pp. 1 e seg.
  13. ^ Lista delle scuole di notariato italiane sul sito del Consiglio Nazionale del Notariato.
  14. ^ Rivisto ogni sette anni. Art. 4 legge 16 febbraio 1913 n.89, come modificato e integrato dalla aggiornato dall'art. 2, comma 4-septies, D.L. 14 marzo 2005, n. 35
  15. ^ Numero dei notai
  16. ^ Cfr. art. 10 T.U. Imposta di Registro e art. 6 D.Lgs. 347/1990; l'obbligo del notaio di procedere alla trascrizione, nel più breve tempo possibile e comunque entro trenta giorni dall'atto, è sancito inoltre dall'art. 2671 cod. civ.
  17. ^ Fatte salve le eccezioni costituite dai cosiddetti testamenti speciali: artt. 609-619 cod. civ.
  18. ^ L'art. 2657, comma 1, del Codice civile dispone che "la trascrizione non si può eseguire se non in forza di sentenza, di atto pubblico o di scrittura privata con sottoscrizione autenticata o accertata giudizialmente". Analogamente gli artt. 2821 e 2835 cod. civ. prescrivono che la concessione d'ipoteca volontaria (che di solito fa parte integrante degli atti di mutuo) debba farsi per atto pubblico o scrittura privata autenticata. A loro volta, gli artt. 2699 e 2703 cod. civ. stabiliscono che competente a formare gli atti pubblici e ad autenticare le sottoscrizioni nelle scritture private è il notaio o altro pubblico ufficiale a ciò autorizzato.
  19. ^ Cfr. ad es. gli artt. 2328, 2330, 2463 cod. civ. in materia di atto costitutivo della Società per Azioni e della Società a responsabilità limitata.

  Voci correlate

  Altri progetti

  Collegamenti esterni

diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto
   
               

 

All translations of Notaio


sensagent's content

  • definitions
  • synonyms
  • antonyms
  • encyclopedia

  • definizione
  • sinonimo

Dictionary and translator for handheld

⇨ New : sensagent is now available on your handheld

   Advertising ▼

sensagent's office

Shortkey or widget. Free.

Windows Shortkey: sensagent. Free.

Vista Widget : sensagent. Free.

Webmaster Solution

Alexandria

A windows (pop-into) of information (full-content of Sensagent) triggered by double-clicking any word on your webpage. Give contextual explanation and translation from your sites !

Try here  or   get the code

SensagentBox

With a SensagentBox, visitors to your site can access reliable information on over 5 million pages provided by Sensagent.com. Choose the design that fits your site.

Business solution

Improve your site content

Add new content to your site from Sensagent by XML.

Crawl products or adds

Get XML access to reach the best products.

Index images and define metadata

Get XML access to fix the meaning of your metadata.


Please, email us to describe your idea.

WordGame

The English word games are:
○   Anagrams
○   Wildcard, crossword
○   Lettris
○   Boggle.

Lettris

Lettris is a curious tetris-clone game where all the bricks have the same square shape but different content. Each square carries a letter. To make squares disappear and save space for other squares you have to assemble English words (left, right, up, down) from the falling squares.

boggle

Boggle gives you 3 minutes to find as many words (3 letters or more) as you can in a grid of 16 letters. You can also try the grid of 16 letters. Letters must be adjacent and longer words score better. See if you can get into the grid Hall of Fame !

English dictionary
Main references

Most English definitions are provided by WordNet .
English thesaurus is mainly derived from The Integral Dictionary (TID).
English Encyclopedia is licensed by Wikipedia (GNU).

Copyrights

The wordgames anagrams, crossword, Lettris and Boggle are provided by Memodata.
The web service Alexandria is granted from Memodata for the Ebay search.
The SensagentBox are offered by sensAgent.

Translation

Change the target language to find translations.
Tips: browse the semantic fields (see From ideas to words) in two languages to learn more.

last searches on the dictionary :

2395 online visitors

computed in 0.078s

I would like to report:
section :
a spelling or a grammatical mistake
an offensive content(racist, pornographic, injurious, etc.)
a copyright violation
an error
a missing statement
other
please precise:

Advertize

Partnership

Company informations

My account

login

registration

   Advertising ▼

F203_A Appuntamento con il notaio, Alessio Pasa, Radio Londra Romanzo, offerta (3.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO NOTAIO CESARE MARIANI IN BOLOGNA (1879, 6 luglio) (65.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO IL NOTAIO GAETANO PRATI DI BOLOGNA (18 marzo 1881) (42.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO IL NOTAIO LUIGI ALVISI DI IMOLA (22 dicembre 1892) (35.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO IL NOTAIO LUIGI ALVISI DI IMOLA (1880, 19 novembre) (55.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO IL NOTAIO AGOSTINO GALEATI DI BOLOGNA (1880, 25 marzo) (65.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO IL NOTAIO FRANCESCO GALEATI DI IMOLA (1891, 30 agosto) (47.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO IL NOTAIO A.G. GALVAGNI DI BOLOGNA (1868, 19 dicembre) (35.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO IL NOTAIO AGOSTINO GALEATI DI IMOLA (1883, 22 marzo) (42.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO IL NOTAIO ILARIO PALAZZESI DI CASTEL S. PIETRO (1874, maggio 21) (35.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO IL NOTAIO ANTONIO VILLA DI IMOLA (1869, 14 luglio) (55.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO - 26 novembre 1863, notaio Antonio Villa di Imola (29.0 EUR)

Commercial use of this term

Il Naso di un notaio sas editrice 1952 (4.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO IL NOTAIO PIETRO STAGNI DI BOLOGNA (7 aprile 1864) (28.0 EUR)

Commercial use of this term

Il naso di un notaio - About Edmond (9.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO IL NOTAIO FIANDRINI DI BOLOGNA (12 dicembre 1835) (25.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO IL NOTAIO Sebastiano Galvagni di Bologna (1873, marzo 6) (36.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO IL NOTAIO LUIGI SCANDELLARI DI BOLOGNA (1 luglio 1863) (35.0 EUR)

Commercial use of this term

ROGITO PRESSO IL NOTAIO Luigi Aldini di Bologna (1884, luglio 3) (46.0 EUR)

Commercial use of this term